Seleziona pagina

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa

Questo è ciò che Xiaomi darà per 30mila fiorini nel 2021.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa



introduzione

L'anno scorso ho ricevuto i telefoni Poco prima dell'introduzione ufficiale, quest'anno i proiettori stanno arrivando. Lo Xiaomi Wanbo X1 è ora il terzo di fila, cosa di cui non mi pento nemmeno.

Ho anche testato un proiettore Wanbo nel mio precedente articolo sul proiettore e penso di aver fatto un ottimo T2 Max. L'X1 è un piccolo sale di questo, con capacità molto più modeste sulla carta

Quando hanno detto che ne avrebbero inviato uno, ho guardato le specifiche, ho guardato il prezzo e, onestamente, mi sono sentito un po' seccato nello scrivere questo articolo. Non poco, anzi molto. In forma cartacea, sai esattamente cos'è il Blitzwolf BW-VP1, solo più costoso di un forte 10%. Ho anche scritto al mio contatto, quindi cosa, ne hai bisogno? La risposta è stata: calmati, andrà tutto bene!

Non dico che mi rassicuri, ma ho detto va bene, scrivo, dopotutto, a volte posso fare anche io un favore, al massimo scrivo lì alla fine dell'articolo che il BW più economico può fare così tanto.

Poi la vita, come al solito, ha scherzato bene!


 

Imballaggio, accessori

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 1

Spero che né la scatola né gli accessori cambino perché vedo dal cartone che ho ricevuto una copia molto di fabbrica. La scatola è semplice, sembra buona, ma non direi un po' informativa.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 2

Non riesco a trovare un manuale o una descrizione quando apro il coperchio, ma so che questo non è ancora il pacchetto dell'unità del negozio. Accanto al proiettore troverai un telecomando, proprio come quello accanto al T2 Max. Abbiamo anche un cavo per rasoio con spina europea, un cavo HDMI e un cavo AV, quindi otteniamo il minimo obbligatorio!


 

Esterno

Il Wanbo X1 è diventato così davvero Xiaomi. Bel pezzo bianco, pulito, delimitato da linee nette, ma non troppo squadrato. Secondo i dati di fabbrica, la scatola misura 220 x 185 x 80 millimetri e pesa 1236 grammi. Quindi è sia piccolo che leggero, grazie al fatto che non hai bisogno di un supporto per proiettore, possiamo facilmente metterlo su un treppiede, sia esso un piccolo desktop o un pezzo più grande.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 3

Nella parte superiore della macchina, davanti all'angolo posteriore destro, ci sono i comandi che probabilmente non utilizzeremo molto bene, è molto più comodo usare il telecomando. A differenza dei pulsanti, cioè dalla parte anteriore sinistra, ci sono gli scroll per la messa a fuoco manuale e la correzione trapezoidale manuale.

A destra e a sinistra ci sono solo le griglie dell'aria di raffreddamento e la griglia dell'altoparlante.

Sul retro, ovviamente, ci sono il pulsante di accensione e i connettori, rispettivamente, un jack AV e per le cuffie, un USB 2.0 e un HDMI. Qui troverai un piccolo indicatore LED accanto al connettore di alimentazione e un sensore IR accanto a HDMI.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 4

Ancora una volta, non c'è molto interessante sul dritto, solo l'obiettivo e una didascalia Wanbo, granita. Per quanto riguarda l'obiettivo, è importante ricordare che non hai un cappuccio protettivo, ma per fortuna, come il T2 Max, l'ottica non sporgono dall'alloggiamento, quindi non c'è pericolo particolare.


 

Modulo cartaceo

Nel caso del Wanbo T2 Max, abbiamo anche ottenuto il flusso luminoso calcolato in ANSI, il che è buono, i produttori più noti forniscono già i dati in questo, non in lumen. Certo, dovresti stare attento, perché spesso mi imbatto in un foglio dati in cui è specificato ANSI invece del valore lumen.

Quindi il punto è che nel negozio vediamo da qualche parte tra 250 (questo è più probabile) e 300 ANSI, ma in un modo o nell'altro, è più del flusso luminoso del T2 Max dato in 200 ANSI, quindi sai che è più forte. Comunque davvero, ma di questo dopo.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 5

La risoluzione effettiva è HD, ovvero 720p, la risoluzione massima che può essere inserita è 1080p. Vedo un rapporto di contrasto di 2000: 1, che può anche essere vero in base all'immagine. La diagonale dell'immagine proiettata è un minimo di 40- un massimo di 120 pollici (altrimenti un massimo di 180 pollici, che sembra un po' esagerato). Quest'ultimo valore, ovvero 120 in 304 pollici, indica già una dimensione dell'immagine umana!

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 6

Il produttore stima che il tempo di funzionamento della sorgente luminosa a LED sia di 20 ore.

Come ho indicato all'esterno, la messa a fuoco e la correzione trapezoidale sono manuali. Non è così male come sembra perché almeno non richiede risorse, quindi il proiettore non sarà più lento. Tuttavia, la correzione trapezoidale manuale ha anche lo svantaggio di poter regolare la distorsione dell'immagine solo in direzione verticale.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 7

In pratica questo significa che il proiettore deve essere direttamente opposto alla parete su cui stiamo proiettando, ma possiamo deviare verso il basso e verso l'alto dalla direzione. Dal momento che non ho trovato alcun dato di correzione trapezoidale nei dati del produttore, devo indovinare. Penso che la regolazione di 30 gradi possa essere su e giù.

Il Wanbo X1 non ha un sistema operativo, cioè ce l'ha, ma è abbastanza semplice. Quindi, questa non è una macchina Android. Questo ha sia vantaggi che svantaggi, ma ne parleremo nel prossimo capitolo.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 8

Non c'è Android, ma c'è il wifi. Ovviamente, in assenza di un sistema operativo, non possiamo collegarci a una rete wifi per questo scopo, ma per creare un hotspot wifi. Possiamo connetterci a questo hotspot con il nostro telefono, attraverso il quale possiamo realizzare il mirroring dell'immagine del telefono.

Ok, questo era il modulo cartaceo, vediamo il punto, ovvero come funziona la macchina nella vita reale!


 

Esperienze

Cominciamo con gli aspetti negativi, due dei quali ne ho trovati. I quadranti di messa a fuoco e keystone sono un po' vicini tra loro, quindi quando ne ruotiamo uno, anche l'altro ama ruotare. Quindi, mentre ne impostiamo uno, dobbiamo tenere l'altro con l'altro dito.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 9

L'altro è che quando la correzione trapezoidale è impostata sulla massima nitidezza, la nitidezza dell'immagine a destra e a sinistra si deteriora notevolmente. Questo è più evidente, ad esempio, dove c'è un deterioramento della nitidezza della linea, come su uno schermo in cui sono descritte le istruzioni di mirroring dello schermo. Durante la visione di un film, l'errore è quasi impercettibile.

Questi aspetti negativi, le cose buone possono venire!

Devo iniziare questa storia nel primo paragrafo, ovvero che non avevo umore per questo articolo, e soprattutto non per un altro proiettore HD economico.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 10

Non sto dicendo che questi siano inutili. Ho scritto del Blitzwolf BW-VP1 che è bello guardare le favole nella stanza dei bambini (almeno il bambino non fissa la TV, i suoi occhi non peggiorano), ma può anche essere usato per portarlo fuori il soggiorno, guardiamo un film, conosciamo la proiezione e se entri compriamone uno più costoso. Se non entra, non falliremo molto.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 11

Bene, questo è più o meno il modo in cui si è aggiunto anche allo Xiaomi Wanbo X1, ma presto è diventato chiaro che gli standard finora non si applicavano a questo proiettore. Non sto dicendo che non ci sia nulla tra i proiettori HD più di marca e più costosi che porterebbero questo standard, ma posso dire con coraggio che non sanno quello che sanno per 30 mila fiorini. Wanbo e sì.

Quindi l'ho acceso. A quel tempo, non è stato ricevuto nulla di interessante, è stata ricevuta la solita stupida interfaccia del proiettore, che è essenzialmente su tutti i proiettori cinesi senza Android. Tuttavia, non appena lo accendo, notiamo che la luminosità - per usare un eufemismo? - Non in una relazione di ringraziamento con la macchina Blitzwolf. A prima vista, potrebbe essere quasi una volta e mezza.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 12

Poi ho lanciato i primi film di prova, e non è esagerato cercare lo stato. Dico questo in modo che le ultime due macchine che avevo non avessero una risoluzione HD ma FHD. Non sto dicendo che la differenza di risoluzione non sia visibile perché lo è, ma è di ca. tanto quanto sembrerebbe da un 5K su un 4K e da un TV 1080p, 108 pollici da XNUMX metri. Quindi devi prestare molta attenzione.

Sì, se ascolti puoi vedere. Nel mare d'erba, le fibre non sono separate così bene, i capelli sono anche meno visibili nella massa delle fibre, nel disegno della pelle, nella piccolissima peluria sul collo, quindi puoi vedere la differenza posti del genere, ma devi davvero prestarci attenzione.

Un'altra sorpresa molto positiva è stata che la griglia di pixel LCD non è essenzialmente visibile sulla superficie proiettata.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 13

La cosa da sapere è che ogni metodo di proiezione ha anche i suoi pro e contro. Con DLP, non esiste una griglia di pixel, ma c'è (potrebbe esserci) un effetto arcobaleno e con LCD, le parti più nitide dell'immagine (se il proiettore ha immagini nitide, la maggior parte dell'immagine) mostrano la griglia di pixel, cioè , lo spazio tra i pixel da cui non proviene luce.

Bene, non ho visto una griglia di pixel per Wanbo X1. Non ho visto linee, cubi, niente. Aggiungerei, sfortunatamente, i miei occhi non sono più quelli che erano quando avevo vent'anni, ma non ho visto niente di simile a griglie di pixel nell'immagine nemmeno con i miei occhiali da lettura. Era tutto abbastanza unitario.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 14

Non so proprio dove metterlo. Nel cattivo caso, la nitidezza dell'immagine non può essere regolata sulla nitidezza dell'ago, nel buon caso, il pannello LCD utilizzato è tale che non si sviluppa alcun reticolo. Diavolo, lo sai.

Torniamo di nuovo all'inizio dell'articolo, alla frase: Non preoccuparti, andrà bene!

Bene, la signora ha poi aggiunto che questo è un modello di produttore premium (apparentemente tra i produttori cinesi), non un Blitzwolf. Onestamente, non sapevo davvero dove mettere queste informazioni perché penso che Blitzwolf produca macchine di fascia media abbastanza buone, oltre a un prezzo molto buono.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 15

Quindi ora ecco uno Xiaomi Wanbo, che costa solo 3000-4000 fiorini in più rispetto al Blitzwolf BW-VP1, quindi da qualche parte la domanda è legittima, quanto più può sapere questa macchina con una differenza di 3000-4000 fiorini? Questa sarebbe la risposta giusta, forse un po' meglio.

Bene, il Wanbo X1 non è un po' meglio. Ho scritto nel nostro gruppo Facebook che se il prezzo di Wanbo fosse stato di 40mila, allora la differenza di 13-14mila fiorini non sarebbe stata in grado di esprimere correttamente la differenza tra le due macchine.


 

sommario

Bene, possiamo riassumere quanto detto finora e aggiungere alcune cose importanti che sono state tralasciate sopra. Ad esempio, il proiettore parla ungherese, anche se non tutto è tradotto, ma la maggior parte delle parole sì.

L'altro è il suono. Il doppio altoparlante non rientra ancora in questa fascia di prezzo. Il produttore afferma che a prescindere, il suono arriva a 360 gradi, il che da un lato è noto per essere un'esagerazione, e dall'altro è possibile che l'altoparlante sia posizionato all'interno della sala macchine in modo che il suono esca su entrambi i lato destro e sinistro.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 16

L'altoparlante non è molto in acciaio, ma è abbastanza forte, quindi può essere utilizzato. Il grande vantaggio è che la macchina ha un rumore del vento estremamente ridotto, secondo i dati di fabbrica, è solo 38 dB per metro, che è come una scoreggia a farfalla per utilizzare un indicatore sensoriale.

Un'altra cosa interessante del rumore del vento è che alla macchina è stato dato anche un filtro dell'aria che non permette alla polvere di entrare nella sala macchine. Questo può essere estratto dalla parte inferiore del proiettore e pulito.

Il terzo è che, secondo i dati di fabbrica, l'intero sistema di lenti è in vetro. Bene, questo può sembrare naturale a un orecchio non iniziato, ma non è un calo in questa fascia di prezzo. Preferirei dire la cosa in più.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 17

Ora possiamo riassumere!

Immagino che non sia una sorpresa che fossi soddisfatto al massimo con il Wanbo X1. Non solo rispetto al prezzo, perché se costasse 8-10mila fiorini in più, andrebbe comunque bene. Quindi per 30mila è un regalo.

Tanto che se acquisti un proiettore così a buon mercato, puoi facilmente investire in uno Xiaomi TV Stick accanto ad esso e avrai immediatamente un proiettore TV Android con wifi, Bluetooth e tutto ciò che è sulla terra. Questa non è assolutamente una sciocchezza, usando lo stick nella conoscenza del software, ti avvicinerai immediatamente alla categoria premium, avrai Netflixed, HBO-Go, Android.

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 18

Nel frattempo, il proiettore costava solo 30 buoni fiorini ungheresi, il che è una buona parola per definirlo.

È bello sapere che il proiettore ora costerà così tanto nella campagna introduttiva, con il prezzo che sarà di circa il 20% più alto entro la fine della campagna. Non molto è per lui, ma meno è meglio!

Acquista al link sottostante:

Proiettore Xiaomi Wanbo X1

Contenuti più simili

Test del proiettore Xiaomi Wanbo X1: il potere della sorpresa 19

Circa l'autore

s3nki

Proprietario del sito web HOC.hu. È autore di centinaia di articoli e migliaia di notizie. Oltre a varie interfacce online, ha scritto per Chip Magazine e anche per PC Guru. Per un certo periodo ha gestito il proprio negozio di PC, lavorando per anni come responsabile di negozio, responsabile del servizio, amministratore di sistema oltre che nel giornalismo.