Seleziona pagina

LG AF115 - Il proiettore Home Cinema di qualità

Siamo lieti di informare i nostri lettori che questo articolo è il secondo sull'argomento, in quanto a il nostro test sul proiettore. È vero, il nostro presente scritto differirà dal suo predecessore in molti modi, tuttavia, non avendo altri punti di riferimento, ci faremo affidamento sulla prima pagina.

All'inizio del nostro articolo, abbiamo eliminato la tecnica di proiezione anteriore/posteriore, quindi non vogliamo parlarne di nuovo. Basta (ovviamente) riprovare con una tecnica di proiezione frontale, cioè creare l'immagine con un proiettore posto davanti a uno schermo riflettente.

LG AF115 - Il proiettore Home Cinema di qualità 1

Proiettato di fronte

Abbiamo anche parlato delle caratteristiche più basilari che possono essere utilizzate per caratterizzare un proiettore: tecnologia di proiezione, luminosità, contrasto (nativo/dinamico), diaframma dinamico/controllabile (apertura), peso, dimensioni, zoom ottico/digitale, lens shift (elettronica / manuale), distanza di proiezione e dimensione dell'immagine (min./max.), risoluzione nativa, proporzioni, standard video ricevuti, connettori, caratteristiche della lampada, consumo, emissione di rumore, area di utilizzo consigliata. Nel nostro articolo cercheremo di aggirare tutte le caratteristiche dal punto di vista del nostro protagonista, a cui, ovviamente, aggiungeremo qualche spiegazione.

Anche qui, in premessa, bisogna ricordare che per la differenza tra il nostro articolo di allora e di oggi, è praticamente sufficiente citare un “capro espiatorio”: il campo di applicazione. Mentre l'HS101 è un proiettore portatile per presentazioni, l'AF115 è uno specialista dell'home theater del sangue, quindi questi due delinquenti hanno caratteristiche molto diverse.

LG AF115 - Il proiettore Home Cinema di qualità 2

Sullo stand HS101

Come introduzione, questo è quello che abbiamo pensato, facciamo conoscenza con la tecnologia di screening del nostro personaggio principale nella pagina successiva!

Il nostro articolo dello scorso settembre sul secondo lato siamo stati in grado di conoscere in dettaglio la tecnologia DLP e le conoscenze che abbiamo acquisito possono ancora essere utili per noi. Abbiamo anche appreso dal nostro articolo all'epoca che sono fondamentalmente tre le tecnologie che dominano il mondo dei proiettori: CRT, LCD e DLP. Ci saranno ancora tre razze, ma toglieremo il CRT dal mazzo...

Abbiamo già scritto molto sugli LCD nelle nostre rubriche, quindi supponiamo che questa tecnica sia nota ai nostri lettori. Come promemoria, in DLP, l'immagine è prodotta dai microspecchi sul chip DMD, che, a seconda del controllo, dirigono il raggio di luce dalla lampada e dal gruppo ruota dei colori all'obiettivo.

LG AF115 - Il proiettore Home Cinema di qualità 3

Pannello LCOS

Nel nostro caso, possiamo praticamente parlare di combinare queste due tecnologie, ovviamente solo a grandi linee. In effetti, LCOS è una tecnologia riflettente che utilizza cristalli liquidi invece di specchi DLP - e con quella frase abbiamo colto il punto. Nel caso di Liquid Crystal On Silicon, nel pannello riflettente, che in DLP è un insieme di microspecchi, il cristallo liquido è racchiuso tra una piastra di base riflettente e uno strato fototrasmittente (i cristalli liquidi vengono impiantati direttamente sullo strato di silicone ). D'ora in poi, la cosa è familiare: come un LCD, si crea la polarizzazione secondo l'ordine dei cristalli, cioè o lascia entrare la luce in entrata o non lo fa.

Nella maggior parte dei casi, come con l'AF115, viene utilizzato un pannello per colore (RGB). Dopo la risoluzione del colore, ovviamente, devono anche essere combinati, ovvero in questo sistema sono necessari quattro prismi. Avremo una migliore comprensione di come funziona guardando l'immagine qui sotto:

LG AF115 - Il proiettore Home Cinema di qualità 4

Perché LCOS fa bene a noi? Con il suo aiuto, è possibile ottenere un fattore di riempimento più elevato per i cristalli liquidi, che riduce la rasterizzazione - rete a griglia visibile (è possibile ottenere piccole distanze di pixel ad alta risoluzione). Un altro vantaggio della tecnologia è che i bordi dei pixel LCOS formano una transizione molto più fine rispetto ai bordi nitidi dei pixel creati dai microspecchi DLP, il che significa che con essi è possibile ottenere un effetto "più analogo", più naturale. A proposito, possiamo anche menzionare che possiamo dimenticare la ruota dei colori utilizzata in DLP, insieme a tutte le sue distrazioni (arcobaleno, rumore). Ovviamente, non sarebbe giusto non dire che in termini di contrasto nativo, un proiettore LCOS può raggiungere al massimo le prestazioni di un buon proiettore DLP.

LG AF115 - Il proiettore Home Cinema di qualità 5

Imaging: DLP e LCOS (SXRD)

In termini di implementazione pratica, la soluzione di due produttori si è diffusa nella coscienza pubblica: Sony e JVC, ovvero SXRD (Silicon Crystal Reflective Display) e D-ILA (Direct Drive Image Light Amplifier). Naturalmente, entrambe le tecnologie utilizzano la soluzione a tre chip presentata sopra. Tra le specifiche del nostro AF115, fiorisce anche la scritta SXRD, il che significa che abbiamo a che fare con un Sony LG semi-interno, il che non è affatto un brutto segno…

LG AF115 - Il proiettore Home Cinema di qualità 6

Inserto Sony SXRD

 

LG AF115 - Il proiettore Home Cinema di qualità 7

Circa l'autore