Seleziona pagina

Testato: AMD Bulldozer, una scheda madre FX-8150 e tre schede madri 990FX sul banco di prova

Testato: AMD Bulldozer, una scheda madre FX-8150 e tre schede madri 990FX sul banco di prova

bullciklogo

introduzione

1999 giugno 23 Una bella, tranquilla, semplice giornata estiva, ma un punto significativo per un'azienda di trasformazione a Sunnyvale. Fu in questo periodo che fu introdotto l'AMD K7, o i processori x86 di settima generazione di AMD Athlon. Riportiamo un solo dato al riguardo: 12 anni, 3 mesi e 19 giorni. Le varianti rugose dell'architettura K7 sono state dominanti per così tanto tempo e così tanto ha dovuto aspettare il prossimo grande lancio di AMD. Ovviamente, verso la fine di questo periodo, l'azienda non ha avuto un sorriso sincero, ma allo stesso tempo è un buon esempio di quanto si possa allungare la vita di un'architettura di processore ben gestita.

AMD_Athlon_XP_2800_Barton_FSB333 _-_ haut
Il glorioso passato [+]

Negli ultimi anni, il problema più grande di AMD è stato che i chip con un'area di silicio notevolmente più grande devono essere venduti a un prezzo inferiore rispetto alla concorrenza, che è una soluzione accettabile a breve termine, ma ha un forte impatto sui profitti attesi a lungo termine. termine. Con questo in mente, gli ingegneri hanno iniziato a sviluppare la microarchitettura Bulldozer circa 4-5 anni fa. Sebbene la superficie delle CPU FX tecnologicamente leader sia ancora relativamente ampia - la cifra ufficiale è di 315 millimetri quadrati - il chip Intel Sandy Bridge-E ha superato di gran lunga anche questo. La densità di transistor del chip è piuttosto elevata, il chip contiene poco più di due miliardi di transistor!

Orochi-Die-2M
[+]

Uno sviluppo interessante ha avuto luogo durante la nascita di questo articolo. PC Games Hardware ha affermato che i processori per server basati su chip Orochi contenevano "solo" 1,2 miliardi di transistor. Niente spiega l'enorme differenza, comunque. AMD originariamente pubblicizzava un cattivo valore per l'architettura Bulldozer. In realtà ha riportato solo un valore approssimativo, eppure è chiaro che non poteva essersi così sbagliato. Di recente, una macchina di marketing così ben funzionante si è bloccata per la seconda volta. I valori esatti non sono stati annunciati, ma anche all'inizio dell'anno è emersa la notizia che i nuovi processori FX avrebbero spinto anche il Core i7-980X. Anche un "errore casuale" conferma quanto fossero preparati a macinare il cannone a sei core.

tali_erano
Tale era… [+]

ecco come è andata a finire
… E così è diventato [+]

Il giorno del lancio, la società di solito lanciava la nuova serie con un video visivo. Oltre al testa a testa con l'ammiraglia Intel Core i7-980X e Cinebench R11.5, c'è anche un vantaggio significativo rispetto ad AMD. La soluzione del rivale ha segnato 5,41 punti mentre l'FX-8150 è salito a 5,98 punti. L'inclinazione è evidente ad occhio aperto. Dopo che l'hype dopo il lancio si è placato, il video è diventato obsoleto, ma dopo una piccola correzione, è riapparso sul canale Youtube del produttore del processore. Il punteggio è rimasto a 5,41, ma ora viene raggiunto dall'Intel Core i5 2500K. 

amd_bulldozer_attekintes

tecnologia

I chip sono realizzati sul nodo SHP a 32 nm di GlobalFoundries. Per i Bulldozer, il SOI precedentemente introdotto è stato combinato con l'HKMG (High-K Metal Gate) di Intel, che può aiutare a combattere la corrente di dispersione. L'architettura è ben progettata per raggiungere velocità di clock elevate ("Speed ​​racer"), rendendo la gamma di modelli probabilmente completamente priva di prodotti al di sotto dei 3 GHz. Tutte le unità centrali nella vecchia lingua sono Black Edition, quindi ora non è specificamente contrassegnato.

A questo punto facciamo una piccola deviazione e guardiamo anche l'altra faccia della medaglia. Il processore quad-core Phenom II più veloce sta ticchettando a 3,7 GHz e il 1100T basato sul chip Thuban a sei core sta ticchettando a 3,3 GHz. In confronto, lo scatto base dell'AMD FX-32 a 8150 nm è quasi deludentemente basso e solo i livelli 4,2 di Turbo Core 10 GHz sono accettabili, il che promette immediatamente un surplus di potenza del 15-3,5% (no). XbitLabs ha ventilato un anno fa che il Bulldozer stava attraversando il clock da XNUMX GHz, che si è unito, ma nonostante una serie di scivolate. Sembra corretto presumere che ci siano ancora seri problemi con la produzione e l'uscita del nuovo cannone, che ha un impatto significativo sulle prestazioni.

amd_bulldozer_hatekonysag
Il secondo numero intero aumenta la dimensione del modulo solo del 12%. [+]

Sulla base di molti anni di esperienza, è nato anche un concetto di base, che si basava su quanto segue: le unità centrali eseguono operazioni a punto fisso con una cadenza media superiore all'80%. Da ciò, si può vedere che i calcoli in virgola mobile sono molto meno presenti nella vita dei "millepiedi". Nella progettazione, di conseguenza, sono collegati due core interi, che hanno la propria cache di primo livello, ma devono già condividere la cache di secondo livello e l'unità a virgola mobile. AMD ha chiamato l'unità come modulo.

amd_bulldozer_one_module
Un modulo [+]

Secondo le misurazioni interne, il secondo intero aumenta sostanzialmente le dimensioni del modulo in misura trascurabile, al contrario, può idealmente causare un aumento delle prestazioni fino all'80%. La parte della cache primaria responsabile dei dati è direttamente connessa ai processori (dimensione 16 Kbyte, ritardo 4 clock), ma la cache da 64 Kbyte destinata alla memorizzazione delle istruzioni è già condivisa tra gli integrali.

1_modulo_cosa_quale
Scavando più a fondo [+]

Sulla base dei risultati del test, la cache di dati L1 non è solo troppo piccola, ma anche lenta e questo insieme non è una combinazione molto buona. La dimensione della memoria di secondo livello condivisa all'interno del modulo è soddisfacente, ma la sua latenza è elevata, 25-27 cicli. È facile immaginare che una cache L1 più grande e una L2 più veloce (12-15 cicli) migliorerebbero le prestazioni del processore del 10-20%.

Non sorprende che raggiungere gli 8 MB L3 non sia veloce nemmeno alla velocità della luce (65 cicli). In sintesi, il sistema di cache Bulldozer non sarà l'ottava meraviglia del mondo.

Istruzioni
Nel labirinto del set di istruzioni [+]

Bulldozer ha attualmente il più ampio set di supporto per set di istruzioni: MMX, SSE, SSE2, SSE3, SSE4A, SSSE3, SSE4.1, SSE4.2, AVX, AES, FMA4, XOP, PCLMULQDQ e, naturalmente, l'estensione a 64 bit. Delle due innovazioni (FMA4, XOP), FMA4 è di grande importanza nel mercato HPC e XOP offre un leggero vantaggio rispetto alle applicazioni multimediali. Per quanto ne sappiamo, l'ultima versione di x264 supporta già i nuovi set di istruzioni. 3D ora obsoleto! il supporto è stato interrotto, penso che non causi notti insonni a molti lettori.

È noto che utilizza Intel VT per accedere alla memoria virtuale x86. IOMMU aumenta significativamente le prestazioni di virtualizzazione del sistema, tuttavia, sorprendentemente, le soluzioni di fascia alta di Intel (Core i5-2600K, i7-2600K) non supportano questa tecnologia e questo "cerchio nero" include le attuali soluzioni Sandy Bridge E. Anche in questo caso, un servizio in più rispetto alla concorrenza diretta, anche se la sua utilità per l'utente medio è discutibile.

40
Turbo Core in teoria [+]

Anche il Turbo Core è stato ulteriormente sviluppato, funziona con più porte di clock e si adatta ancora meglio a vari gradi di utilizzo. Se tutti i core sono attivi ma le unità in virgola mobile non sono attualmente in uso, il clock Turbo Core 2.0 avrà effetto. La procedura modifica dinamicamente i segnali di clock dei core in funzione del carico, risorse inattive, moduli e componenti all'interno del modulo possono essere disconnessi, quindi non ci sarebbero reclami in quest'area verso la parte anteriore dell'alloggiamento. Sfortunatamente, il lato software della cosa ti getta completamente nella zuppa.

in pratica
Implementazione pratica [+]

Windows 7 Scheduler è, per usare un eufemismo, non il modo più efficiente per allocare le attività perché alterna frequentemente l'allocazione delle attività tra i core. La prossima versione del sistema operativo risolverà il problema e presto verrà apportata una correzione per questo sistema, quindi - in casi estremi può essere del 15-25 percento - presto otterremo il 2-10% in più di prestazioni. Un altro vantaggio molto interessante sarà che il consumo energetico inattivo può essere ridotto di 4-5 watt perché i moduli possono rimanere "risparmiati" più a lungo.

bulldozerwin8_and_bf3
“Non guardare i tuoi denti per un regalo di performance” [+]

bulldozerbf3betafx
La "trasformazione" durante Battlefield 3 [+]

Battlefield 3 mostra anche bene quanto alcune ottimizzazioni aiutino un processore. In questo gioco, il processore della serie FX attualmente più potente può raggiungere le prestazioni del Core i7-2600k.

I processori della serie FX sono dotati di un involucro Socket AM3 + e sono alloggiati nelle schede madri del chipset della serie 9 di AMD. L'orientamento è facilitato anche dal colore della presa, che è prevalentemente nera. Per implementare la piattaforma Scorpius infinitamente sonora, abbiamo bisogno di un processore della serie FX, una scheda madre con un chipset della serie 9 e una scheda video della serie Radeon HD 6000. Il Bulldozer ha un controller di memoria DDR1866 a doppio canale che supporta moduli a 3 MHz.

phenomu_folulk

AMD FX-8150 con un Phenom II X4 970 BE - dall'alto [+]

In conclusione, vorremmo aggiungere un'altra interessante aggiunta. Una seria controversia ha sollevato il fatto che il lavoro svolto all'ora (istruzioni per ciclo) dai processori basati su Bulldozer è, in media, leggermente diminuito rispetto al suo predecessore. Alcuni immaginano immediatamente la caduta dell'architettura, altri elencano esempi simili del passato. A questo proposito, come sempre, limitiamoci ai fatti. I programmatori di oggi si rendono sempre più conto dei vantaggi dell'ottimizzazione multi-core. Con un motore a 8 cilindri che offre sostanzialmente buone prestazioni, raramente pensiamo a cosa può fare con 1 cilindro.

fenomelulk

AMD FX-8150 con un Phenom II X4 970 BE - in basso [+]

L'esempio non è dei migliori, ma può far luce sul punto. Non pretendiamo che faremo un uso ottimale di otto core interi densamente, ma Turbo Core 2.0 punta al segnale di clock più alto possibile (4,2 GHz). Ciò che è disponibile solo nel caso di K10.5 al costo di "sudore sanguinante" è considerato un "orologio di base" qui. Inoltre, non c'è dubbio che l'implementazione di AVX, FMA e XOP sia costata una serie significativa di transistor. Le basi dell'architettura sono utilizzate in diversi segmenti (server, PC desktop), quindi questo sembrava un passaggio obbligatorio, ma oggi vediamo ancora meno dei suoi vantaggi (soprattutto in un ambiente desktop).

socket_2k

A letto [+]

Idealmente (FMA4 + AVX), il Bulldozer sembra davvero molto elementare, offre prestazioni sorprendenti e mette subito le cose sotto una luce diversa. Secondo le misurazioni dell'HT4U tedesco, durante l'applicazione di rendering C-Ray 1.1, l'AMD FX-8150 si comporta negli stessi 15 secondi dell'Intel Core i7 990X. È esattamente la metà del tempo impiegato da un processore AMD Phenom II X6 1100T per svolgere il lavoro. Tra parentesi notiamo che abbiamo valutato anche l'altro estremo, Super PI.

Schede madri sotto Bulldozer

ASUS Sabertooth 990FX

All'interno di ASUS, la famiglia di fogli TUF (The Ultimate Force) è forse ancora più speciale e speciale della serie ROG. Quando si realizzano fogli TUF, l'accordatura non è in primo piano (è perfettamente adatta anche alle funzioni standard), ma si ottiene il meglio in tutto il resto. L'obiettivo primario è l'affidabilità e la longevità. La prima e più importante condizione per questo è l'uso di componenti e materiali di qualità.

sabertooth_product_overview

I componenti dei quadri TUF sono certificati “Classe Militare”. Cosa significa? Prestazioni antipiega negli ambienti più severi grazie all'utilizzo di robuste bobine TUF, condensatori a stato solido e componenti MOSFET che soddisfano gli standard militari indipendenti e sono testati da un partner indipendente. Le bobine TUF, note anche come bobine in lega metallica, non sono realizzate in ferro ordinario, ma in leghe di vari metalli, affrontando così una corrente nominale del 25% superiore alla capacità di carico di un componente convenzionale, fino a 40 A.

TUF_Componenti

E l'involucro monoblocco elimina l'emissione di suoni vibranti, ottenendo caratteristiche e durata eccellenti, anche in condizioni estreme. Naturalmente, questa è solo metà della moneta, hanno anche bisogno di un'alimentazione adeguata per l'affidabilità. Questo viene fatto anche da Digi + VRM per Sabertooth 990FX, lavorando con 8 + 2 fasi. Ne abbiamo sentito parlare molto, ma è anche integrato da ESP.

ESP_pic

ESP Efficient Switching Power fornisce un'alimentazione ottimale ai componenti chiave. Il sistema, che si trova esclusivamente su questa scheda madre, fornisce alimentazione switching non solo alla CPU ma anche ad altri componenti chiave (scheda video, LAN e USB 3.0). L'ESP aumenta notevolmente l'efficienza del sistema e riduce il calore prodotto. Inoltre, ASUS presta particolare attenzione al raffreddamento delle piastrelle TUF e utilizza uno speciale processo contenente ceramica.

UEFI_picThermal_Radar_picCeraMIX_pic

Il rivestimento in ceramica della tecnologia di rivestimento del dissipatore di calore CeraM!X fornisce il 50 percento in più di superficie per la dissipazione del calore. Le ceramiche innovative dissipano efficacemente il calore dal sistema. La ceramica utilizzata al posto del tradizionale strato antiossidante dissipa più calore grazie alla sua superficie microscopica, irregolare e quindi più grande. Un migliore raffreddamento contribuisce sempre a una migliore stabilità del sistema. TUF Thermal Radar è responsabile del controllo.

IMG_8056k

TUF Thermal Radar monitora in tempo reale la temperatura delle parti critiche della scheda madre e regola automaticamente la velocità delle ventole in modo che il sistema mantenga un'ottima stabilità e non si surriscaldi. Ci sono un certo numero di sensori accanto a molte parti della scheda madre ed è persino possibile monitorarli individualmente. Thermal Radar calcola automaticamente le velocità ideali della ventola in base ai vari parametri inseriti dagli utenti per ogni componente, così tutto rimane più fresco e più durevole.

IMG_8052k

Anche se di solito non diamo molta importanza alla cosa, sicuramente la protezione elettrostatica può anche "salvare vite". Anche il Sabertooth 990FX non ignora questo problema. Le protezioni ESD sono una protezione unica per i componenti della scheda madre contro scariche elettrostatiche impreviste (ESD). Le scariche elettrostatiche si verificano alla velocità della luce e i loro effetti sono spesso sottovalutati. L'esclusivo chip anti-carica ASUS, i circuiti di protezione e il backplate I/O offrono una protezione quattro volte migliore per prolungare la durata dei componenti. Sulla base delle informazioni nei paragrafi precedenti, non sorprende che ASUS offra una garanzia di 5 anni sulle schede madri della famiglia TUF.

IMG_8045k

Anche questo modello misura 30,5×24,4 cm utilizzando le cornici previste dallo standard ATX, il colore del circuito stampato è il solito nero. L'area intorno alla presa AM3 + è abbastanza ariosa e ordinata, con il sistema di costole che si estende oltre l'alimentazione al North Bridge 990FX tramite un tubo di calore. Oltre al nero, sul lenzuolo predominano il verde e il marrone, conferendo al prodotto una sorta di stile militare. Accanto al socket troviamo i soliti quattro DIMM, con supporto DDR3 e dual channel. Il limite è 32 GB in termini di capacità e 1866 MHz in termini di velocità di clock.

sabertooth_bordak

Anche l'alimentazione per questo modello è risolta con un connettore di alimentazione a 24 pin e uno a 8 pin. Sotto gli slot RAM c'è il South Bridge SB950, con una costola TUF non adulterata. Lo stesso vale per l'archiviazione come con l'M5A99X. L'AMD SB950 fornisce porte SATA 6 Gb/s native, sei in numero, che supportano le modalità RAID 0, 1, 5, 10. Alla scheda è stato aggiunto anche un controller JMicron JMB362, che offre due porte SATA aggiuntive, una Power eSATA e una eSATA al suo host. Ogni porta è in grado di raggiungere velocità di 3 Gb/s.

sabertooth_kellekekk

Il Sabertooth 990FX non sarà un collo di bottiglia per il suo proprietario nemmeno in termini di binari di espansione. Otteniamo non meno di quattro slot PCI Express a larghezza intera, di cui il nero è limitato alla modalità × 4. Può essere utilizzato anche con tre schede video marroni, possono funzionare in modalità × 16 / × 16 con due sistemi VGA e in modalità × 16 / × 8 / × 8 con tre controller, siano essi CrossFireX o SLI. Otteniamo un pezzo di un PCI Express breve, × 1, proprio come otteniamo dal vecchio bus PCI. Non ci mancheranno nemmeno le porte USB, l'SB950 fornisce 14 porte 2.0 (dieci delle quali sono sul retro e quattro come pin pin sul PCB). In termini di USB 3.0, torna il controller ASMedia già citato per l'M5A99X EVO, con quattro clip sul retro e due pin sul PCB. La LAN funziona con un Realtek 8111E, l'audio con un chip Realtek ALC 892 a 8 canali.

Sezione posteriore Sabertooth 990FX:

SABERTOOTH_990FX_IO_Lk

Caratteristiche principali riassunte:

  • Tecnologia di rivestimento del dissipatore di calore TUF CeraM!X - Il rivestimento in ceramica fornisce il 50 percento in più di superficie per la dissipazione del calore
  • TUF Thermal Radar - Misurazione della temperatura in tempo reale e dissipazione del calore
  • DIGI + VRM
  • Componenti TUF (bobine in lega metallica, condensatori e componenti MOSFET; specifiche militari)
  • ESP [Efficient Switching Power] - Alimentazione ottimale per i componenti chiave

Tabella delle specifiche:

sabertooth_speck

Galleria ASUS Sabertooth 990FX:

/articoli/2011/Settembre/990X/sabers1.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers2.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers3.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers4.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers5.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers6.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers8.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers9.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers10.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers11.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers12.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers13.jpg

ASUS Crosshair V Formula

I membri della serie ASUS Crosshair sono i sogni più belli per i clienti con mentalità AMD, tuning e gaming. Crosshair V Formula (e Crosshair V Formula ThunderBolt) cerca di portare avanti questa bellissima tradizione. La nuova scheda ROG, ovviamente, ha ottenuto l'ultimo e il più grande di tutto ciò che è attualmente disponibile. Ponte nord AMD 990FX, ponte sud SB950, presa AM3 +. Sta aspettando il Bulldozer a braccia aperte, ma è anche disposto a lavorare con i modelli precedenti fino alla presa AM3.

mirino_panoramica

In questo caso l'alimentazione è fornita dall'Extreme Engine Digi + VRM, con 8+2 fasi. Inutile dire che il design e lo stile della corrente stampata standard ATX 30,5 × 24,4 cm segue la solita ricetta ROG, fedele al materiale e alla superficie delle nervature, all'uso del colore e alle proprietà ROG uniche. Oltre alla presa AM3 +, una costola nera densamente laminata corre lungo il chip 990FX e nell'area VRM con una connessione heat pipe.

RoG Crosshair V Formula 2Dk

I moduli DDR3 possono funzionare in modalità a due canali nei quattro slot DIMM, con una capacità totale fino a 32 GB e una velocità di 2133 MHz. Sotto le prese RAM c'è il ponte sud, su cui culmina una costola appiattita progettata da ROG. Il vantaggio del North Bridge 990FX è evidente anche nella formula Crosshair V, per la quale dobbiamo guardare l'area dei binari di espansione. Questo modello indossa anche un totale di quattro binari PCI Express a tutta larghezza.

RoG Crosshair V Formula 3Dk

Ciò consente di utilizzare fino a quattro schede video contemporaneamente (Quad SLI e Quad CFX), ma poiché il quarto slot può funzionare solo in modalità × 4, questo può essere un fattore limitante per la scheda. La specifica include quindi ufficialmente Tri-SLI e CrossFireX a 3 vie, i tre binari possono funzionare nelle seguenti modalità: × 16 / × 16 o × 16 / × 8 / × 8. L'ultimo Crosshair viene fornito anche con un PCI Express × 1 corto e uno slot PCI. Quello che è certo è che con un Bulldozer ben sintonizzato e un brutale sottosistema 3D, questa scheda madre avrà la possibilità di battere i record.

_MG_4778k

Per quanto riguarda le porte SATA, possiamo praticamente citare le altre due schede: L'AMD SB950 fornisce porte SATA 6 Gb/s native, sei in numero, che supportano le modalità RAID 0, 1, 5, 10. Alla scheda è stato aggiunto anche un controller JMicron JMB362, che offre due porte SATA aggiuntive, una Power eSATA e una eSATA al suo host. Ogni porta è in grado di raggiungere velocità di 3 Gb/s. Il controller di rete nella formula Crosshair V non è più un Realtek ma una soluzione Intel, e il generatore di suoni è anche una copia molto più ripida nella persona del controller a 2 canali Supreme FX X-FI 8, con supporto per molti Creative Caratteristiche.

_MG_4758k

La leggenda narra che SupremeFX X-Fi 2 doti i giochi di suoni sbalorditivi: il sogno di ogni membro dello staff ROG. EAX 5.0 e OpenAL forniscono suoni realistici e cinematografici. Il marchio THX TruStudio Pro garantisce un suono ancora migliore di giochi, musica e film. SupremeFX X-Fi utilizza 2 connettori placcati in oro e condensatori di alta qualità per offrire la migliore qualità.

funzione_audio

Per quanto riguarda l'SB950, abbiamo già notato che prevede solo una porta USB 2.0, in questo caso 12 (di cui 8 sul retro, 1 riservata a ROG Connect). Ovviamente, anche la Crosshair V Formula non poteva permettersi di non trasportare alcuni dei nuovi standard, quindi è arrivato il buon vecchio controller ASMedia, che offre sei adattatori USB 3.0, quattro dei quali sono sul retro.

Ecco la struttura posteriore e i connettori della Crosshair V Formula:

_MG_4770k

Naturalmente, c'è molto da scrivere oltre a quanto è stato descritto finora, come gli esclusivi "tentacoli" ROG, ma dal momento che abbiamo avuto parecchi modelli ROG ultimamente e abbiamo trattato queste caratteristiche in dettaglio più di una volta, non lo rifaremo adesso, ma lo riassumiamo.

_MG_4751k

Caratteristiche principali riassunte:

  • Supporto della tecnologia NVIDIA® SLI ™ / AMD CrossFireX ™ a tre schede
  • Extreme Engine Digi + - Combinazione ad alte prestazioni di elementi di design analogici e digitali
  • SupremeFX X-Fi 2 - Gioca con un suono surround realistico, cinematografico
  • GameFirst - Velocità con controllo del traffico
  • Intel® Gigabit LAN
  • UEFI BIOS - Interfaccia BIOS flessibile e facile da usare

Tabella delle specifiche:

mirino_speck

Galleria ASUS Crosshair V Formula:

/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_1.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_2.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_3.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_4.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_5.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_6.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_7.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_8.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_9.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_10.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_11.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_12.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_13.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_14.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_15.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_16.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_17.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_18.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/crosshairs_19.jpg

MSI 990FXA-GD80 (versione 2.2)

Questo minuto è finalmente arrivato: abbiamo potuto dare il benvenuto alla redazione di una scheda madre AMD MSI, così come il modello più potente del produttore, l'MSI 990FXA-GD80 (ver 2.2). Come suggerisce il nome, si tratta, ovviamente, di una soluzione basata su AMD 990FX / SB950 e il GD80 è pensato per indicare l'attrezzatura più elevata e la migliore implementazione tecnica. Il circuito stampato, che rientra nei ranghi dello standard ATX, è lungo 30,5 cm e largo 24,4 cm, quindi non è un problema installarlo in una normale capanna ATX. Ora è diventato quasi comune per i produttori costruire su un PCB nero di fascia media, questo non è diverso per il 990FXA-GD80. Naturalmente, questo non ha un significato molto pratico, ma conferisce all'occhio un aspetto piacevole e sofisticato, soprattutto con i dettagli.

MSI 990FXA-GD80_immagine_2D1k

L'alimentazione è fornita dai connettori di alimentazione ausiliaria standard a 24 pin e 8 pin. Intorno al socket AM3 + - che ospita processori CPU AMD FX, Phenom II X6 / X4 / X3 / X2, Athlon II X4 / X3 / X2 e Sempron - c'è la sezione di alimentazione, che vale la pena menzionare quattro cose. Il primo è che la scheda funziona con un'alimentazione a 10 + 2 fasi. La seconda è una tecnologia chiamata Active Phase Switching. Non è difficile da tradurre, sicuramente significa commutazione di fase attiva, che in pratica significa che le fasi non utilizzate e i relativi componenti vengono spenti in caso di riposo, in altre parole la commutazione di fase è in funzione del carico.

fazisled_copy

Questa non è una novità, abbiamo visto cose simili altrove, ma è importante sottolineare che MSI non è una soluzione software, il controllo è completamente automatico, basato su hardware, la cosa viene fatta da uno speciale chip IC. Questo non è inutile, in quanto aumenta l'efficienza e, man mano che i consumi diminuiscono con l'uso, si traduce anche in un risparmio a lungo termine (la barra LED blu accanto allo zoccolo sulla scheda madre informa sul carico attuale e sul numero di fasi in uso) .

drmosdrmos_02

La terza cosa è DrMOS. Chiunque sia stato un po' nella scena con le schede madri MSI ultimamente ha sicuramente incontrato DrMOS, poiché l'azienda utilizza questa soluzione sulle proprie schede madri da molto tempo, fino al P45. DrMOS sta per Driver-MOSFET, un componente di alimentazione.

MSI 990FXA-GD80_immagine_3D1k

militareclass2logo

L'essenza della tecnologia è che l'IC del driver e i MOSFET superiore e inferiore necessari per il controllo sono alloggiati in un singolo chip, un case. Una delle sue virtù importanti è l'aumento della frequenza di commutazione, che, secondo i dati del produttore, significa quattro volte la velocità rispetto a un MOSFET convenzionale, che si traduce in un significativo miglioramento della stabilità nella regolazione della tensione. Mantiene la sua stabilità ed efficienza non solo in condizioni generali, ma anche in caso di hard tuning. La quarta cosa è Military Class II, che merita qualche parola in più e vale non solo per l'area PWM, ma per l'intera scheda madre. Qualche paragrafo più in alto, potresti anche leggere di una scheda madre costruita su componenti che soddisfacevano anche gli standard militari. Nel caso di MSI, è praticamente lo stesso. Military Class II, come suggerisce il nome, è già la seconda revisione, ma il punto è nei dettagli, cioè nelle parti.

Ciao CAP

singhiozzoL'anima dei condensatori Hi-c è il tantalio, che è il 73° elemento della tavola periodica, ed è un metallo piuttosto raro, bianco sporco e lucido. Il suo punto di fusione è molto alto, 3017°C. Grazie alla sua elevata resistenza chimica, i dispositivi chimici e gli elettrodi sono realizzati in tantalio. Viene utilizzato per realizzare trapani dentali, bilance analitiche, catodi di tubi a raggi X, punte di penne stilografiche. Poiché si adatta bene ai tessuti, viene utilizzato per realizzare ausili che rimangono all'interno del corpo, come le ossa di supporto. È anche ampiamente utilizzato principalmente per condensatori nei telefoni cellulari e altre apparecchiature elettroniche, come mostrato nella figura allegata. Di conseguenza, si stima che il condensatore Hi-c abbia una durata otto volte maggiore rispetto a un condensatore a elettrolita solido convenzionale.

SFC

SFC

SFC (Super Ferrit Choke) copre una bobina con nucleo di ferro appositamente progettata. La bobina contiene un nucleo di ferro la cui permeabilità è stata notevolmente aumentata. Rispetto alle bobine convenzionali, l'SFC funziona a una temperatura inferiore di 35 ° C. Naturalmente, questo ha anche un piccolo effetto positivo sulla produzione di calore e sulla stabilità.

CAP solido

Solid CAP, il condensatore ad elettrolita solido, è il punto di partenza per la serie Military Class. Questi modelli non includono più i condensatori elettrolitici convenzionali, tutti i condotti sono almeno Solid CAP, ma dove necessario vengono aggiunti condensatori Hi-c. In questo modo non dobbiamo più preoccuparci di condensatori che esplodono, rigonfiamenti, questi tipi di conduttori si guastano in numero trascurabile, con una vita nominale di 10 anni.

solidcap

La Classe Militare II è formata da questi componenti, e nella confezione troviamo anche un certificato, che garantisce l'autenticità di questi parametri. Nella zona del PWM è stata posizionata una spessa nervatura in alluminio nichelato e il collegamento è fornito da uno spesso tubo di calore appiattito in rame alla nervatura del ponte nord, anch'essa nichelata. Ovviamente c'è stata anche un po' di attenzione alle costole, su una targa blu 1-1 possiamo leggere Military Class II e OC Genie II, che sono due caratteristiche distintive delle odierne carte MSI. La nervatura è dello stesso materiale e stile del lato sud dell'SB950 South Bridge, ovviamente la sua forma è appiattita per non impedire l'installazione di schede video lunghe. Qui troverai il marchio MSI.

Come è comune con le schede AM3 + standard ATX, questo modello dispone anche di quattro socket DIMM che, ovviamente, accettano moduli DDR3 fino a 2133 MHz con una capacità massima di 32 GB. In uso, è supportato il doppio canale. I colori si distinguono anche per i colori, un canale è segnato in blu e l'altro in nero.

Diamo un'occhiata alla sezione SATA. Al bordo del PCB troviamo sei porte ruotate, tutte provenienti dal South Bridge SB950 e che supportano l'ultimo standard 3.0. Se voli attraverso il bordo opposto del circuito stampato con un gesto leggero, potresti anche imbatterti nel controller LAN Gigabit, che è un'istanza di Realtek 8111E, come abbiamo visto molte volte, un chip popolare. Puoi anche vedere un adesivo THX nell'angolo, sotto il quale c'è il controller audio, che è un chip Realtek ALC 892, e questo non è il nostro primo incontro. Fornisce fino a 8 canali con rilevamento jack, supporto per Azalia 1.0 e Vista Premium.

MSI 990FXA-GD80_immagine_3D2k

Anche la parte inferiore della scheda madre non è priva di elementi degni di nota, i più caratteristici dei quali sono i tre pulsanti di controllo fisici. La funzione di "reset" e "power" è chiara, mentre OC Genie ha entusiasmo. L'MSI 990FXA-GD80 ha il supporto OC Genie II. Ci sono due modi per raggiungere questo obiettivo. Uno è il pulsante di cui sopra, la cui pressione si traduce in una sintonizzazione una tantum e istantanea. Quindi chiunque non senta abbastanza routine e coraggio per eseguire la sintonizzazione manuale può sentirsi libero di chiedere aiuto al pulsante OC Genie. L'altro modo, ovviamente, è attraverso il BIOS.

clickbios2_copy

ocgenie IISe fossimo già al BIOS, interromperei un po' il mio pensiero qui. MSI utilizza anche il BIOS UEFI, il che significa che l'intero ambiente è basato graficamente. Questo è stato modellato un po' da MSI sul suo stesso volto, e il Click BIOS ha dato un nome al suo lavoro. Fare clic su BIOS II è già in esecuzione su questo modello. Il risultato è un'interfaccia grafica molto semplice e pulita, altamente trasparente che può essere controllata non solo con un mouse, ma anche con un touch screen. L'interfaccia sembra quasi la stessa di Windows, ogni operazione può essere eseguita trascinando e rilasciando il mouse. Ovviamente, abbiamo pieno accesso a tutte le funzionalità della scheda madre, incluso il monitoraggio e l'ottimizzazione di alto livello. È possibile accedere alle funzionalità di OC Genie II da Click BIOS II.

In basso, nella restante area, troviamo i terminali pin, con un focus su USB. Il primo è contrassegnato in rosso, il che significa che le fibbie collegate a questo terminale hanno una funzione di Super Charger. Hai una buona idea di cosa significa, ricarica facile e veloce dei nostri dispositivi, anche quando la macchina è spenta. L'altro (nero) è una semplice porta USB 2.0.

Questo modello è dotato di quattro bus PCI Express a larghezza intera, quindi puoi persino creare un CFX a 4 vie. I primi due slot possono funzionare in × 16, il terzo in × 8 e il quarto in modalità × 4. Oltre ai quattro bus "lunghi", ne otteniamo anche due corti a velocità × 1, oltre a un pezzo di bus PCI tradizionale. Sotto le nervature del ponte sud c'è un display diagnostico composto da due display a sette segmenti. Il suo compito è quello di segnalare i soliti, cioè possibili errori, con l'ausilio di codici di errore. La maggior parte della scheda madre è stata eseguita, non resta che la descrizione della sezione posteriore:

MSI 990FXA-GD80_immagine_IOk

Due connettori PS/2 aprono la linea per mouse e tastiera. Questi sono seguiti da un piccolo microinterruttore che i sintonizzatori saranno felici di ricevere in quanto si tratta di un pulsante "CMOS Clear". Segue l'uscita digitale coassiale e ottica. La colonna successiva inizia con un FireWire e sotto e accanto ad essa puoi vedere due USB 2.0, le due inferiori delle quali possono essere utilizzate anche come porte eSATA. Le prossime due colonne sono molto simili, poiché entrambe contengono quattro prese USB, con una porta Gigabit Ethernet RJ45 sopra la prima. Il cane è sepolto alle USB, poiché i neri sono solo 2.0, mentre i blu sono 3.0. Come sempre, la linea è terminata dai connettori audio analogici jack.

Caratteristiche principali riassunte:

  • Si basa sull'ultimo chipset AMD 990FX
  • Stabilità eccezionale grazie alla classe militare II
  • OC Genie II: Overdrive nel modo più semplice: notevole potenza extra con il semplice tocco di un pulsante
  • Supporto per SLI a 3 vie e CrossFireX a 4 vie
  • Supporto per gli standard USB 3.0 e SATA 6Gb/s
  • THX TruStudio PRO: un fornitore di suono di qualità

Tabella delle specifiche:

990fxa_speck

Galleria MSI 990FXA-GD80:

/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_1.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_2.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_3.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_4.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_5.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_6.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_7.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_8.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_9.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_10.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/990fxa_11.jpg/articoli/2011/Settembre/990X/sabers12.jpg

Programmi di prova, configurazioni di prova, consumo e riscaldamento

Applicazioni utilizzate durante le misurazioni:

  • CPU-Z 1.58-1.59
  • AIDA64 2.00.1720 beta
  • Sisoftware Sandra 2011.11.17.84 Ingegnere Standard x86
  • TrueCrypt 7.1
  • Benchmark scacchi Fritz 12
  • Winrar 4.10 beta 3 x64
  • 7-ZIP 7.22 beta x64
  • Super Pi mod 1.5XS
  • wPrime 2.04
  • Banco Cine R10 x64
  • Banco Cine R11.5 x64
  • POV-Ray RC3 x64
  • Luxmark 1.0
  • Photoshop CS4 11.0.1
  • X264 HD benchmark 4.0
  • dBpoweramp Music Converter
  • MediaEspresso 6.5.2119_41281
  • 3DMark Vantage 1.0.2
  • 3DMark11 1.0
  • Battlefield 3 + FRAPS 3.4.7 build 13809
  • Crysis 2 1.9 + Adrenaline Strumento di riferimento Crysis 2 1.0.1.13
  • F1 2011
  • Strumento di benchmark Far Cry 2 + Far Cry 2 1.0.0.1

Funzioni e impostazioni delle configurazioni di prova

bull_testconfigures

990fxa_testconfig

AMD FX-8150 + Formula Crosshair V:

cpuz_8150_c5f_idlekcpuz_8150_c5f_superpikcpuz_8150_c5f_fritzkcpuz_8150_c5f_ramk

AMD FX-8150 scaricato, Super Pi caricato (a thread singolo) e caricato con Fritz (multi-thread) e impostazioni della RAM

AMD FX-8150 + Formula Crosshair V + messa a punto:

cpuid_8150OC_c5fkcpuz_8150OC_c5fk

Informazioni su CPU e RAM

Per quanto ne sappiamo, è arrivata una singola CPU FX-8150 per i media nazionali, e questa è stata in tournée in varie redazioni. Saremmo stati relativamente entusiasti della messa a punto se non avessimo avuto un assaggio di ciò che stavamo vivendo in una delle competizioni sull'overdrive. Lì, le cose sono arrivate a 4600 MHz. Abbiamo anche sfogliato le esperienze di diversi siti esteri, di conseguenza abbiamo disattivato le funzionalità di gestione dell'alimentazione e il limitatore TDP, ma purtroppo non siamo riusciti ad andare oltre, infatti. Durante la messa a punto abbiamo solo aumentato il moltiplicatore, ma anche così non siamo riusciti a rendere stabile il sistema sopra i 4515 MHz. Sorprendentemente, anche questo è stato ottenuto non aumentando la tensione ma diminuendola, fino a 1,375 V nel BIOS. Anche se abbiamo provato valori più alti fino a 1,41 V, la tensione operativa più elevata ha sempre provocato solo instabilità. Aggiungiamo che l'FX-8150 che abbiamo visitato è una delle prime copie, siamo fiduciosi che quelli sugli scaffali dei negozi avranno caratteristiche più favorevoli.

AMD FX-8150 + Sabertooth 990FX:

cpuid_8150kcpuz_8150_ramk

Informazioni su CPU e RAM

AMD FX-8150 + MSI 990FXA-GD80:

cpuid_8150_gd80kcpuz_8150_msi_ramk

Informazioni su CPU e RAM

AMD Phenom II X4 970 BE + Sabertooth 990FX:

cpuz_970be_idlekcpuz_970be_loadkcpuz_970be_ramk

AMD Phenom II X4 970 BE scaricato e caricato e impostazioni della RAM

Intel Core i5-2500K + GIGABYTE Z68X-UD7-B3:

cpuz_2500k_idlekcpuz_2500k_superpikcpuz_2500k_fritzkcpuz_2500k_ramk

Intel Core i5-2500K scaricato, Super Pi caricato (a thread singolo) e Fritz caricato (multi-thread) e impostazioni della RAM

Intel Core i5-2600K + GIGABYTE Z68X-UD7-B3:

cpuz_2600k_idlekcpuz_2600k_superpikcpuz_2600k_fritzkcpuz_2600k_ramk

Intel Core i7-2600K scaricato, Super Pi caricato (a thread singolo) e Fritz caricato (multi-thread) e impostazioni della RAM

Intel Core i7-980X + GIGABYTE EX58-UD4P:

cpuz_980x_idlekcpuz_980x_superpikcpuz_980x_fritzkcpuz_980x_ramk

Intel Core i7-980X scaricato, Super Pi caricato (a thread singolo) e Fritz caricato (multi-thread) e impostazioni della RAM

Consumo:

consumo_1

Vediamo il "temuto" consumo! Se guardi i numeri, puoi vedere che il segnale di clock di base dell'FX-8150, con le sue funzionalità di gestione dell'alimentazione dalla sua parte, non può essere definito affamato di orrore per la fame. Scaricato, ha chiesto il minimo e ha anche mangiato solo qualche watt in più rispetto alle due CPU Sandy Bridge durante la riproduzione Blu-ray. Durante AIDA64, ha già mostrato una migliore proteina dei denti e ha consumato la maggior parte dell'energia dai membri del campo, con una grande differenza rispetto ai modelli Sandy Bridge. Nel caso di Furmark, la situazione non era così pericolosa: sebbene l'FX-8150 consumasse di più dopo il Phenom, la differenza era di 15-25 watt rispetto ai Sandy Bridge. È meglio non dettagliare i dati di consumo sintonizzati, possiamo vedere chiaramente cosa succede quando sblocchiamo le catene del mostro (disattiviamo le restrizioni e la gestione dell'energia) e lasciamo andare il suo appetito.

Riscaldamento:

Le caratteristiche di generazione di calore dell'AMD FX-8150 sono state testate nel foglio ASUS Crosshair V Formula:

stabilitàtest_tempkstabilitytest_avgk

Nella prima fase, abbiamo eseguito il monitoraggio con le impostazioni predefinite, lasciando attive tutte le funzioni di gestione dell'alimentazione. La CPU FX-8150 è stata caricata utilizzando AIDA64 per 30 minuti e poi lasciata raffreddare. Durante il caricamento, la temperatura totale del processore è salita a 59 gradi Celsius, mentre quella dei core è salita a 48 gradi Celsius, il che non sembra ostile, ma è già noto che i processori FX non amano le alte temperature, fino a 60 gradi si può dire di lavorare nelle giuste condizioni. Anche se siamo riusciti a mantenerlo, ma con uno Scythe Ninja 2 Rev B, che non è certamente un raffreddamento medio ed economico, sorge la domanda su cosa succede se inseriamo un dispositivo di raffreddamento per poche migliaia di fiorini sull'FX-8150. Bene, non lo sappiamo, ma non è fuori discussione che potrebbe esserci un problema con un carico più lungo su ogni core.

stabilitytest_tempockstabilitytest_avgock

Vedendo questo, avevamo un po' paura di caricare la CPU nello stato sintonizzato, poiché sapevamo che non saremmo rientrati nel limite. Durante il caricamento, la temperatura è salita fino a 79, sia in termini di valore totale che di singoli semi. Questo sicuramente scivola lontano dal valore raccomandato, quindi se il nostro raffreddamento è inadeguato, rinunciamo alla messa a punto permanente piuttosto che torturare la nostra unità. Il problema è che il Ninja 2 Rev B non è un modello debole, anche se non è più l'apice, nemmeno gli ultimi prodotti sono in grado di batterlo con un'enorme differenza, quindi siamo giunti alla conclusione che se vogliamo un FX-8150 con una messa a punto duratura molto probabilmente avremmo bisogno di un raffreddamento ad acqua. AMD ha riconosciuto questo fatto molto prima di noi, motivo per cui probabilmente ha deciso di rendere disponibile l'FX-8150 in un pacchetto che include un dispositivo di raffreddamento dell'acqua di fabbrica. L'edizione più economica include un dispositivo di raffreddamento dell'aria a tubo di calore, quindi non coltivare grandi sogni su OC.

c5F_config1k

Risultati del test

Gestione della memoria:

cachemem_c5f_8150kcachemem_8150OC_c5fk

AMD FX-8150 + ASUS Crosshair V Formula (di base) AMD FX-8150 + ASUS Crosshair V Formula (ottimizzazione)

cachemem_8150kcachemem_8150_gd80k

AMD FX-8150 + ASUS Sabertooth 990FX AMD FX-8150 + MSI 990FXA-GD80

cachemem_970bekcachemem_2500k_z68x_ud7k

AMD Phenom II X4 970 BE + ASUS Sabertooth 990FX Intel Core i5-2500K + GIGABYTE Z68X-UD7-B3

cachemem_2600kkcachemem_980xk

Intel Core i7-2600K + GIGABYTE Z68X-UD7-B3 Intel Core i7-980X + GIGABYTE EX58-UD4P

Misurazione della velocità di archiviazione AIDA64 (leggi la suite di test):

readtestsuite_c5f

AMD FX-8150 + ASUS Crosshair V Formula

readtestsuite_8150

AMD FX-8150 + ASUS Sabertooth 990FX

readtestsuite_8150_msi

AMD FX-8150 + MSI 990FXA-GD80

Misure sintetiche:

aida_1

Nel presentare i risultati, confronteremo principalmente l'FX-8150 con i due modelli Sandy Bridge, poiché hanno un prezzo all'incirca nella stessa fascia dell'FX-8150. Durante le misurazioni integrate di AIDA64, la forma dell'FX cambia notevolmente per i vari moduli. Sotto la regina, hai solo una possibilità contro 2500K, non puoi nemmeno raggiungere 2600K durante l'accordatura. Photoworxx non ha possibilità di stringere 2500K e 2600K, ma sorprendentemente, l'FX-980 riesce a gestire il 8150X. Durante il modulo Hash, il Bulldozer si è sentito straordinariamente bene e ha battuto tutti i suoi avversari con sicurezza, con una differenza sorprendentemente grande. Sotto VP8, la situazione non è più così rosea, il 2500K è stato avvicinato, ma il 2600K e il 980X si stanno intensificando. La messa a punto, d'altra parte, ha oscillato molto e il nuovo salvatore di AMD ha preso il comando. Sotto FPU Julia, anche il Bulldozer più forte non eccelle tanto, riesce solo a trattare con Phenom.

sandra_1

Come AIDA2011, Sisoftware Sandra 64 è un buon esempio delle prestazioni ondulate dell'architettura Bulldozer e dell'FX-8150. In una misura fa un brutto ritardo, nell'altra recupera, mentre in una terza riesce a battere l'intero campo. La messa a punto potrebbe anche comportare percentuali significative di valori.

superpi_1

Poiché la forza del Bulldozer risiede nell'elaborazione multi-thread, non ci aspettavamo una grande scintilla sul Super Pi, questo prog in qualche modo non è mai stato uno dei preferiti dei processori AMD. La nostra congettura è stata confermata nel peggiore dei casi. L'FX-8150 è persino uscito da Phenom, con le CPU Intel che si muovono in una dimensione diversa. Quindi è meglio dimenticare Super Pi in relazione al Bulldozer.

wprime_1

WPrime è anche un programma di test sintetico e asciutto, ma a differenza di Super Pi, può sfruttare più core. Sfortunatamente, non sembra essere abbastanza, poiché anche l'FX-8150 è stato incluso in questo programma di test. Il Phenom II era molto più in grado di tenere il passo con le unità Intel rispetto alla nuova architettura.

fritz_1

Il Fritz Chess Benchmark (Deep Fritz) è ora in grado di gestire fino a 12 thread, il che significa che il 980X potrebbe mettere tutta la sua potenza in questa misurazione. Potete vederlo, dato che ha preso il comando in modo imponente, ma questo test era già di gradimento per l'AMD FX. Non possiamo dire di aver ottenuto il risultato giusto per gli otto core, poiché il 2500K è stato appena battuto e il 2600K era in ritardo (sintonizzato), ma era chiaro che all'FX-8150 piace quando tutti gli otto core possono essere in uso.

sabertooth_config1k

Compressione e codifica:

7-zip_1

Abbiamo usato 7-ZIP per la prima volta nelle nostre misurazioni, forse era il momento. Abbiamo installato l'ultima versione beta, sperando che le differenze tra la quantità di core (e thread) siano ben visibili. È andata così: non sorprende che il 980X abbia preso il comando, mentre l'FX-8150 è stato in grado di catturare il 2600K e si è messo a punto in modo significativo.

winrar_1

Abbiamo anche distribuito l'ultima versione di Winrar disponibile al momento della misurazione, facendo affidamento sul "supporto Bulldozer". Questa mossa non è stata vana, poiché l'FX-8150 ha praticamente sgomberato il campo, con entrambi i 2600K e 980X che hanno subito una grande differenza. Segnali incoraggianti per il futuro.

dbpoweramp_1

DBpoweramp è anche un'applicazione di nuova distribuzione, un programma di codifica semplice e veloce. Durante la misurazione, abbiamo acquisito un file FLAC da 93 MB che è stato transcodificato in MP3. Alla fine del processo, il programma ha mostrato il tempo necessario per la transcodifica, lo abbiamo registrato e inciso nel grafico. Ciò ha messo in evidenza la forma più debole del Bulldozer ed era alla fine del campo, con le CPU Intel di nuovo in testa con un vantaggio di semicerchio.

mediaespresso_1

MediaEspresso è già un'applicazione di routine nei nostri test. È vantaggioso perché oltre alla potenza della CPU, può essere utilizzato anche con l'accelerazione GPU e conosce molti formati. Abbiamo transcodificato la materia prima 1080p in quattro formati con la sola potenza della CPU. I risultati mostrano che la forza dell'FX-8150 dipende in gran parte dal particolare formato di codifica, ma i processori Intel, più specificamente 2500K, sono stati schiacciati o sconfitti solo a m2ts e h.264.

x264hdb_1

L'X264 HD Benchmark, come suggerisce il nome, è specializzato specificamente in questo formato, un programma di test rapido e semplice che viene eseguito sulla riga di comando e riporta il risultato al termine della codifica. I valori FPS sono stati tracciati sul grafico. 1 passaggio ha portato la superiorità delle CPU Intel, mentre 2 passaggi l'FX-8150 è riuscito a battere 2500K e raggiungere 2600K.

truecrypt_1

Puoi usare TrueCrpyt per testare la velocità della crittografia AES. Il Phenom II non ha ancora il supporto hardware AES, quindi possiamo vedere cosa. Le altre CPU, d'altra parte, hanno la capacità e l'FX-8150 ora funziona abbastanza bene. Batte chiaramente il 2500K e riesce ad avvicinarsi bene al 2600K, e lo batte forte con l'accordatura. Il 980X è il re assoluto.

990fxa_config1k

Rendering:

cbr10_1

Il Cinebench R10 è un vecchio motore, ma vale comunque la pena usarlo perché puoi vedere quanto conta dopo un risultato con un singolo core quando tutti i core e i thread vengono visualizzati. È bello vedere la teoria diventare pratica con il Bulldozer, che dice che il "core-to-core" è un po' più debole rispetto alla generazione precedente, per non parlare dell'architettura Sandy Bridge. Nella seconda misurazione, gli otto core prendono vita e l'immagine dipinge immediatamente un'immagine diversa, ma il 2500K può ancora essere solo avvicinato. La messa a punto, d'altra parte, ha prodotto risultati seri, con 2500K e 2600K gestiti, solo il 980X potrebbe superarlo.

cbr11_1

Cinebench 11.5 è l'ultima versione dell'applicazione precedente, qui puoi eseguire misurazioni solo utilizzando tutti i core + thread, ma questo programma è ora un serio misuratore di valore per l'elaborazione delle istruzioni multithread. Nell'introduzione a questo programma, c'era uno "scherzo grafico AMD" su FX-8150 e 980X, ora possiamo vedere la dura realtà. Non ha molto a che fare con il 980X, il 2500K riesce ad essere depresso con una leggera superiorità, ma non dimentichiamo che l'FX-8150 funziona con il doppio dei core del 2500K. Di conseguenza, non può più gestire il 2600K. Si può anche vedere che un possibile nuovo passo, che potrebbe essere inviato in battaglia con un orologio molto più alto, potrebbe aiutare molto nella posizione Bulldozer, poiché la messa a punto ha accelerato ancora molto il paziente.

povray_1

Abbiamo messo a riposo il POV-Ray per un po', ora lo abbiamo riportato in app di prova per il bene del Bulldozer. È stata utilizzata l'ultima versione, 3.7 RC3, e sono stati registrati anche il tempo necessario per il rendering e il punteggio ottenuto. Si può vedere che l'FX-8150 ha ringraziato per la fiducia questa volta, abbandonando il Phenom, battendo con fiducia il 2500K, e ora è riuscito a battere il 2600K, anche se solo per un pelo. Il 980X non è riuscito a indossare il guanto, ma non è una grande sorpresa.

luxmark_1

LuxMark è anche il primo software a misurare le capacità di rendering, anche in modalità accelerata dalla GPU. Ora abbiamo utilizzato solo la potenza del processore e registrato i punteggi che abbiamo ricevuto. Ci aspettavamo un po' di più dall'FX-8150, il 2500K a quattro core era quasi obbligatorio da battere, ma il 2600K e il 980X erano significativamente indietro.

photoshop_1

Chiudiamo questa sezione con Photoshop, nel quale abbiamo eseguito uno script che disegna sullo schermo un bel calendario entro la fine dell'operazione. È stato misurato il tempo necessario per l'esecuzione, quindi il valore più piccolo è il migliore nel grafico. Finora, ad AMD non è piaciuto Photoshop e non sembra andare oltre (la verità è che abbiamo provato anche CS5, ma abbiamo ottenuto risultati ancora peggiori). Le CPU Intel competono di una classe e il Bulldozer ha solo a che fare con Phenom.

z68_config1k

3D e giochi:

vantaggio_1

Infine, segui i due 3DMark e i giochi! Eravamo curiosi di vedere quali forze l'attuale re dell'architettura Bulldozer potesse mobilitare in questo settore. Sotto Vantage, la situazione è un po' controversa, poiché l'FX-8150 è in ritardo rispetto alle CPU Intel in termini di punteggio prestazionale ed è stato in grado di superare il Phenom solo con l'MSI GeFroce 560 Ti, mentre il punteggio della CPU mostra che l'FX rappresenta più potenza a 2500K. L'accordatura ha portato al risultato abbastanza bene, il 2600K e il 980X non sono ancora stati catturati.

3dmark11_1

3DMark11 è già un software molto più recente, con supporto DX11, e sembra essere molto più compatibile con Bulldozer rispetto al suo predecessore. Durante la corsa Performance, sono riuscito a deprimere 2500K, solo il 2600K era solo un pelo dietro l'FX, e con l'accordatura ha preso il comando. Il punteggio Xtreme è ancora migliore per il nuovo miracolo di AMD, che ha messo tutti i suoi avversari alle spalle nel complesso.

crisis2_1

Vediamo cosa mostra Crysis 2 con la patch DX11 e l'ultimo software di misurazione! Il passaggio a risoluzioni più elevate sarà sempre più limitato, ma vedere la differenza alle due risoluzioni inferiori e chiaramente a favore dei processori Intel, sebbene la differenza possa essere definita significativa solo a 1024 × 768. La messa a punto non ha avuto molta importanza durante la misurazione.

bf3_1

Sfortunatamente, durante Battlefield 3, siamo stati in grado di installare solo una misurazione FRAPS, anche eseguendo lo stesso percorso all'inizio di un determinato corso, per circa lo stesso tempo. Tuttavia, la misurazione potrebbe non essere accurata al 100%, ma forse il punto è visibile. A 1024 × 768, anche le CPU Core guidano, ma l'FX-8150 non è lontano da loro, e quindi passando a 1280 × 1024, il Bulldozer colpisce anche i due Sandy Bridge. Le due risoluzioni più alte si stanno pericolosamente avvicinando al limite, ma sembra positivo che l'FX-8150 non sia in ritardo rispetto alla concorrenza, infatti riesce a raggiungere il 2500K e il 2600K e raggiungere il 980X. La messa a punto ha avuto scarso effetto sui valori FPS.

f12011_1

Sfortunatamente, F1 2011 dipinge già un'immagine molto più negativa dell'FX-8150 rispetto ai due titoli precedenti. Quello che hai visto non ha bisogno di molte spiegazioni, le CPU Intel in tutte le risoluzioni sono brutte e superano le unità AMD. Qui, l'accordatura ha provocato almeno alcuni FPS, ma questa volta solo il Phenom II è stato soppresso, e nemmeno con molta sicurezza.

farcry2_1

Siamo arrivati ​​al nostro ultimo grafico con i risultati di una vecchia conoscenza, Far Cry 2. I valori FPS hanno seguito la stessa tendenza che abbiamo visto a F1 2011, il che significa che i numeri dimostrano una vittoria totale per i modelli Intel, sarebbe meglio dimenticare le prestazioni dell'FX-8150, ma non dimentichiamo che è un motore molto vecchio , quindi, potrebbero essere in uso un massimo di uno o due degli otto core, e anche Turbo Core non potrebbe aiutare in questo.

nella presa_1k

Riassunto, opinione

Diciamo qualche parola sulle schede madri AM3+ nel test. Solo l'MSI 990FXA-GD80 poteva essere sconosciuto, poiché gli altri due modelli ASUS avrebbero potuto mostrare le loro capacità in un test precedente, anche se solo con il processore Phenom II X4 970 BE. Ognuna delle tre schede madri rappresenta tre stili diversi.

shock della scatola

Az ASUS Crosshair V Formula Foglio ROG, quindi nessuna domanda su quando è nato. Per il gioco e l'accordatura principale. Non è un caso che Sintonizzazione DDR3 e FX-8150 hanno anche stabilito un record mondiale di overdrive, con Il clock della CPU era fino a 8544 MHz. Oltre alla formula Crosshair V, otteniamo la scatola standard densamente riempita con i soliti accessori ROG. Anche il prezzo della scheda madre è adeguato a questo, che attualmente è di circa 62 piedi. Come sempre, consigliamo questo foglio ROG a coloro che stanno cercando il massimo, ma è anche importante essere in grado di spremere una seria messa a punto dal proprio sistema. Nel complesso, la Formula ASUS CrossHair V, come l'ultima volta, ora è molto mi è piaciuto.

piaciuto_piccolomirino_ertekelesk

ASUS Crosshair V Formula

Az ASUS Sabertooth 990FX un diverso tipo di tavola. Naturalmente, anche la messa a punto non è un ostacolo, ma questo modello è stato inventato per un funzionamento stabile e una lunga durata sopra la media. Ciò è dimostrato dai componenti TUF (The Ultimate Force) (condensatori, bobine, MOSFET), dallo speciale raffreddamento con raffreddamento in ceramica e dalla garanzia del produttore di 5 anni. Inoltre, il prezzo di questo modello è abbastanza amichevole per la tua conoscenza, può essere portato a casa intorno a 40 piedi, il che non è una cattiva offerta, quindi nel complesso, con questo indicatore di prezzo / prestazioni, Sabertooth merita di essere consigliato essere.

editor_offersabertooth_ertekelesk

ASUS Sabertooth 990FX

Az MSI 990FXA-GD80 questa è la sua prima visita da noi e siamo rimasti soddisfatti della sua performance. Ha svolto il suo lavoro in modo stabile durante i test, ma ha fatto bene con l'FX-8150. Questa scheda è vicina nello spirito all'ASUS Sabertooth 990FX. Per quanto riguarda il primo, la componente TUF è qui la Classe Militare II. Condensatori Hi-C, DrMOS, SFC, questi componenti soddisfano anche i criteri degli standard militari, grazie alla stabilità e alla durata offerta dall'MSI 990FXA-GD80, che, per inciso, rappresenta la categoria superiore nelle apparecchiature. Tuttavia, il prezzo di acquisto della scheda madre è di 57 piedi. L'MSI 000FXA viene fornito con una garanzia del produttore di 3 anni. La pagina non è lontana dalla valutazione consigliata, ma a causa del suo prezzo di acquisto leggermente elevato, il mi è piaciuto riceve una valutazione.

piaciuto_piccoloMSI_990FXA-GD80_picture_boxshot2k

MSI 990FXA-GD80

Pensieri su Bulldozer e FX-8150

Questa volta ignoreremo l'aggregazione per programma, a causa dell'ondulazione che attualmente caratterizza l'architettura Bulldozer e l'FX-8150. Anche all'interno di un test, può mostrare prestazioni completamente diverse indipendentemente dall'area. Durante le misurazioni, è stato sottolineato che è importante che l'FX-8150 abbia il maggior numero possibile di moduli, ovvero il maggior numero possibile di core, perché è qui che risiede la sua forza. Nonostante la velocità di clock del Turbo Core fino a 4200 MHz durante l'elaborazione a thread singolo o doppio, questo non sembra aiutare il nuovo salvatore di AMD. Quello che sta già andando abbastanza bene per lui ora è la compressione, e occasionalmente il rendering e la codifica, il che non c'è da meravigliarsi, dal momento che in queste aree troviamo la maggior parte dei programmi in grado di far germogliare gli otto core. Spesso però, anche tra queste applicazioni, riesce a deprimersi solo l'i5-2500K, che ammettiamo, il doppio dei core a bordo non è una potenza d'acciaio. Durante i giochi, la situazione non è pericolosa per i motori più recenti e moderni (che funzionano con almeno quattro core), ma l'FX accumula problemi con i motori precedenti. Questo può essere vero anche per altri programmi, una nuova versione del programma può rendere un'applicazione quasi "pronta per Bulldozer", basti pensare a Winrar 4.10 beta 3, per esempio.

magazzino-refrigeratore

Raffreddamento ad aria di fabbrica per FX-8150 - fonte: legitreviews

Ma per quanto riguarda i prezzi? Ne vale la pena adesso o non ne vale la pena? A causa di queste difficoltà di produzione, pochissimi processori FX stanno uscendo dalla linea di produzione, quindi c'è una carenza generale di scorte nella serie FX con un po' di esagerazione. Questo probabilmente avrà anche un timbro sui prezzi, ma ovviamente il dollaro e il suo tasso di cambio non sono buoni neanche per noi ungheresi. Il prezzo suggerito per l'utente finale dell'FX-8150 è di $ 270, che dovrebbe essere di circa $ 60 a casa. Rimaniamo prima a $ 000. L'attuale tag del Core i270-5K mostra $ 2500-205, circa $ 213 in meno rispetto al più potente FX. Il Core i60-7K costa $ 2600-294, che costa solo $ 304 in più e può essere considerato molto più potente in termini di prestazioni. A nostro avviso, il prezzo di acquisto dell'FX-30 è un po' esagerato, in base alle sue prestazioni attuali, da qualche parte intorno ai 8150K, circa $ 2500, la quantità di denaro richiesta sarebbe realistica.

piccolo_fx-water-cooler

Raffreddamento ad acqua di fabbrica per FX-8150 - fonte: hothardware

Ricorda, i modelli Sandy Bridge spesso non solo sono più veloci, ma consumano meno e producono meno calore, quindi il loro raffreddamento è molto meno impegnativo che mantenere fresca una CPU FX-8150, grazie anche a un soffitto di 60 gradi. Diamo un'occhiata ai fragili prezzi ungheresi! Un Core i5-2500K nel vegetale polare può essere preso per 55 piedi, mentre è necessario un i000-7K per circa 2600 piedi. Nei pochi posti in cui è disponibile anche l'FX-79 a magazzino, può essere colpito a circa 000 piedi. È interessante notare che il Phenom II X8150 70T a sei core è già disponibile per 000 piedi, quindi oggi è un buon acquisto per determinate attività. Alla luce di quanto sopra, non saremmo in grado di raccomandare l'FX-6 contro nessuno dei suoi concorrenti in base al suo prezzo e forma attuali. In confronto, sentire la notizia che lo stock basso che è disponibile da esso viene immediatamente catturato all'estero, quindi nonostante le prestazioni inferiori alle attese, c'è molto interesse per la nuova famiglia.

A-Bella-Sightk

Esiste una natura morta più bella? [+]

La nostra sensazione è che il Bulldozer sia una grande promessa e che sia rimasto tale per il momento. La messa a punto ha evidenziato che a clock significativamente più alti, il Bulldozer sarebbe spesso in grado di fare molto di più, non a caso, poiché l'architettura è stata progettata con questo spirito fin dall'inizio. Tuttavia, tutto ciò è vano se l'attuale tecnologia di produzione e la potenza associata all'attuale stepping non consentono un segnale di clock superiore a 3600 MHz per otto core.

In questo momento, la cosa migliore che possiamo fare è continuare a viaggiare con DeLorean e fare un salto in avanti di qualche mese e poi di un anno. Non sarebbe una grande sorpresa se il primo processore stepping B3, l'AMD FX-8170, apparisse nei primi mesi del prossimo anno. Secondo le prime notizie, questo modello significherebbe un aumento delle prestazioni di quasi il 10%. Quindi questo sarà il primo, ma non l'ultimo, passo. Già in primavera potrebbe essere rilasciato un processore della serie FX (FX-8190?) che potrebbe attraversare il clock a 4 GHz senza Turbo Core. È chiaro a occhio nudo che il Bulldozer è già capace di elevate velocità di clock, solo il consumo energetico dei modelli di punta non lo consente ancora. C'è un'altra riserva nelle mani di AMD.

ekszer_fx8150k

Gioielli o gioielli? [+]

In questo segmento - se non in mezzo alla gioia senza nuvole - ma il TDP da 140 watt è ancora accettabile. Un esempio di questo potrebbe essere trovato in entrambe le serie Phenom. La prossima tappa dell'immaginario viaggio nel tempo è l'estate del 2012, quando potrebbero arrivare le CPU Vishera con il modulo Piledriver. Secondo le informazioni ottenute da DonanimHaber, possiamo aspettarci prestazioni x10 migliori del 86% dalla novità. Il tanto atteso Windows 8 può essere completato tra la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno. Non farà miracoli, ovviamente, ma non rifiuteremmo la piccola percentuale (2-10) di accelerazione che abbiamo ricevuto in regalo.

La situazione a Faramuci è che mentre le prestazioni e l'introduzione dell'AMD FX-8150 sono, per usare un eufemismo, non travolgenti, l'architettura Bulldozer - a causa degli esempi sopra - sembra essere una buona base. Siamo fiduciosi che in 1 anno, l'attuale ammiraglia di AMD fornirà prestazioni di ordini di grandezza superiori rispetto all'attuale cannone FX. Tuttavia, nonostante tutte le caratteristiche negative dell'FX-8150 mi è piaciuto.

piaciuto_piccolofx8150_boxk

Architettura AMD Bulldozer e processore AMD FX-8150

La scheda madre MSI 990FXA-GD80 è Rappresentanza nazionale di MSI, mentre le schede madri ASUS Sabertooth 990FX e Crosshair V Formula sono Rappresentanza nazionale di ASUS fornito. L'AMD FX-8150 è AMDvenire da. Il Core i7-980X e il Core i5-2500K sono Intel, mentre il Core i7-2600K [email protected] previsto per le misurazioni. Grazie a tutti!

L'articolo è stato scritto da: Zoltán Mihics (med1on) e Gábor Pintér (gabi123)


Grazie ai seguenti sponsor per i nostri componenti di prova permanenti in questo articolo:

Abbiamo testato: AMD Bulldozer, una FX-8150 e tre schede madri 990FX sul banco di prova 1