Seleziona pagina

Xiaomi è il quarto produttore di telefoni più grande

Xiaomi è il quarto produttore di telefoni più grande

Neanche il piazzamento è davvero interessante, ma la crescita raggiunta in un anno.

xiaomilogo 780x405

I telefoni di Xiaomi sono eccellenti, molte persone lo sanno già a casa. I loro dispositivi stanno diventando sempre più popolari, siano essi entry-level o di prim'ordine. Stanno conquistando sempre più mercati, in India, che è attualmente il mercato emergente più importante, sono i più grandi.

Pertanto, non è un caso che si siano classificati al quarto posto in termini di vendite unitarie e quota di mercato a livello globale. Più interessante della classifica, però, è quanto l'azienda sia cresciuta tra il 2017 e il primo trimestre del 2018. In termini di unità vendute, le vendite sono aumentate da 12,6 milioni a 28,3 milioni, mentre la terza Huawei è riuscita ad aumentare il numero di unità solo di 4,8 milioni, la seconda Apple di 1,4 milioni e il leader di mercato Samsung ha trasformato il trend in negativo, 1 milione in meno potevano vendere solo un telefono.

Il tasso di crescita è simile in termini di quota di mercato. Xiaomi è cresciuta del 4,6%, Huawei dell'1,6%, Apple dello 0,6% e Samsung dello 0,1%.

In entrambe le statistiche, il quinto Oppo ha perso, ma la fetta di mercato più grande non è stata persa da loro, ma dai produttori emergenti. Nel complesso, hanno venduto 25 milioni di telefoni in meno e la loro quota di mercato è scesa dal 41,9 al 35,7 percento.

Se lo slancio di Xiaomi non viene interrotto, il futuro potrebbe essere terzo. È vero, avrai sicuramente una parola o due dalla concorrenza.

Xiaomi è il quarto produttore di telefoni più grande 4

Circa l'autore

s3nki

Proprietario del sito web HOC.hu. È autore di centinaia di articoli e migliaia di notizie. Oltre a varie interfacce online, ha scritto per Chip Magazine e anche per PC Guru. Per un certo periodo ha gestito il proprio negozio di PC, lavorando per anni come responsabile di negozio, responsabile del servizio, amministratore di sistema oltre che nel giornalismo.